News

CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLA LOCAZIONE A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTA' ECONOMICA A SEGUITO DELL'EMERGENZA SANITARIA COVID-19 –

8 maggio 2020

L’Ambito Distrettuale della Val Cavallina, in attuazione della  DGR n. 3008 del 30 marzo 2020

LINEE GUIDA PER INTERVENTI VOLTI AL MANTENIMENTO DELL’ALLOGGIO IN LOCAZIONE ANCHE IN RELAZIONE ALL’EMERGENZA SANITARIA COVID 19– ANNO 2020,  intende promuovere  interventi di sostegno all'affitto in favore di nuclei familiari penalizzati dall'emergenza sanitaria Covid-19 e quindi in grado di dimostrare di aver subito un effettivo danno dall’inizio dell’emergenza..

I beneficiari ammissibili devono possedere i seguenti requisiti:

  • residenza nei Comuni dell’Ambito Distrettuale della Val Cavallina  alla data di presentazione della domanda;
  • essere titolari di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato e risiedere nell'alloggio oggetto del contributo da almeno un anno;
  • non essere sottoposti a procedure di rilascio dell'abitazione;
  • non essere titolari del diritto di proprietà di alloggio adeguato in Regione Lombardia;
  • avere un I.S.E.E. non superiore a € 20.000,00. Accertata la difficoltà, nel periodo emergenziale in atto, di produrre l'attestazione ISEE si precisa che per coloro che non ne fossero in possesso, l'ufficio comunale provvederà ad un controllo anche successivo all'eventuale concessione del beneficio. Resta fermo l'obbligo per i beneficiari di richiedere l'ISEE ai competenti uffici alla ripresa dell'attivazione del servizio e, nel frattempo, di verificare la possibilità di ottenimento dell'ISEE in modalità on-line anche accedendo al sito dell'INPS, come da indicazioni di Regione Lombardia;
  • devono trovarsi in una o più condizioni collegate alla crisi dell'emergenza sanitaria 2020, riconducibile ad una delle seguenti ipotesi:
  1. perdita del posto di lavoro;
  2. consistente riduzione dell'orario di lavoro;
  3. mancato rinnovo dei contratti a termine, a chiamata o comunque di carattere temporaneo;
  4. cessazione di attività libero – professionali (dimostrabile dalla chiusura fiscale dell’attività);
  5. malattia grave di uno dei componenti del nucleo familiare;
  6. problematiche assistenziali legate all’emergenza sanitaria covid – 19;
  7. decesso di un componente del nucleo familiare;
  8. eventuali altri eventi connessi all'emergenza sanitaria che abbiano  comportato una riduzione del reddito che dovranno essere specificati nella domanda.

La misura è destinata a nuclei familiari in locazione su libero mercato o in alloggi in godimento o in alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali ai sensi dell'art. 1, comma 6, della L.R. n. 16/2016 e s.m.i. Sono esclusi i contratti di locazione in alloggi definiti Servizi Abitativi Pubblici (S.A.P.)

 

Per ogni altro dettaglio si rinvia al documento pubblicato.